Text Size
Lunedì, Settembre 28, 2020
News Astronomia Il pianeta di diamante trovato nella costellazione del Serpente

Aggressione militare russa su un Ufo a Lesopilniy

Un evento importante UFO si è svolto ancora una volta in Russia, ricevendo massiccia attenzione dei media in quella nazione pur essendo oscurato dai vari governi internazionali in Occidente . I res...

La guerra che la maggior parte di noi ignora. La guerra del cyberspazio

Nelle scorse settimane il Pentagono ha chiarito che la guerra informatica non è più solo una minaccia futuribile, è già una realtà. I sistemi informatici di agenzie governative degli Stati Uniti e d...

L'oggetto di dimensioni planetarie in modalità invisibile fotografato da SOHO

L'attenzione degli Ufo verso la nostra stella sembra non volersi fermare, infatti la sonda spaziale SOHO che monitora costantemente il nostro Sole ha ripreso per ben 2 volte un oggetto di forma sfer...

Secondo un'indagine dell'FBI gli alieni sono entità immateriali

                      Gli Ufo sono entità immateriali. E' questa la sconcertante conclusione a cui giunge un documento della polizia federale Usa da poco desecretato e rintracciato da...

Enorme Ufo avvistato vicino al lago Baikal in Russia

Un video di un UFO è stato girato dalla regione di Irkutsk, in Siberia, Russia e sta facendo il giro della rete (vedi video sotto). E' stato presumibilmente girato in prossimità del misterioso lago...

Il mistero dei sarcofagi giganti a Saqqara in Egitto

Situato sulla riva ovest del Nilo, a circa 30 km a sud de Il Cairo, si trova il sito di Saqqara, una delle aree funerarie più antiche e vaste di tutto l’antico Egitto. Sull’immensa necropoli t...

  • Aggressione militare russa su un Ufo a Lesopilniy


    Publish In: Le Prove
  • La guerra che la maggior parte di noi ignora. La guerra del cyberspazio


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'oggetto di dimensioni planetarie in modalità invisibile fotografato da SOHO


    Publish In: Le Prove
  • Secondo un'indagine dell'FBI gli alieni sono entità immateriali


    Publish In: Le Prove
  • Enorme Ufo avvistato vicino al lago Baikal in Russia


    Publish In: Le Prove
  • Il mistero dei sarcofagi giganti a Saqqara in Egitto


    Publish In: Oopart Archeomisteri

Il pianeta di diamante trovato nella costellazione del Serpente

L'oggetto potrebbe essere il residuo di un peculiare processo di formazione in cui la materia gassosa in cui un’antica stella massiccia è stata assorbita dalla pulsar, che con il processo ha guadagnato velocità di spin fino ad arrivare agli attuali 173 giri al secondo

Un pianeta costituito per buona parte da materia simile al diamante e in orbita intorno a una pulsar a soli 600.000  chilometri di distanza: l’eccezionale scoperta, riportata sulla rivista Science

È stato il radiotelescopio di Parkes, in Australia, a permettere l’osservazione della pulsar, PSR J1719-1438 a circa 4000 anni luce dalla Terra, nella costellazione del Serpente. Ben presto però gli astronomi si sono accorti che gli impulsi radio che metteva anticipavano e ritardavano in modo sistematico, segno evidente della presenza di un pianeta in orbita.

Successive e più approfondite osservazioni anche con l’ausilio del radiotelescopio Lovell, nel Regno Unito, hanno permesso di determinare che la massa dell’oggetto è pari circa a quella di Giove e che il suo raggio è circa la metà di quello del pianeta gigante. Una simile densità è spiegabile solo ipotizzando che esso sia costituito in gran parte di carbonio e di ossigeno allo stato cristallino.

Con queste caratteristiche, il pianeta potrebbe essere il residuo di un peculiare processo di formazione in cui la materia gassosa in cui un’antica stella massiccia è stata assorbita dalla pulsar, che con il processo ha guadagnato velocità di spin fino ad arrivare agli attuali 173 giri al secondo.

“In quella fase lontana la pulsar doveva essere una potente sorgente di raggi X, con caratteristiche simili alle cosiddette Binarie a raggi-X Ultra Compatte di Piccola Massa, di cui PSR J1719-1438 e il pianeta compagno dovrebbero dunque rappresentare dei discendenti”, ha spiegato Andrea Possenti, direttore dell'INAF-Osservatorio di Cagliari che hanno preso parte alla ricerca.

Il risultato lascia ben sperare per le future scoperte che saranno possibili con il Sardinia Radio Telescope, in completamento a San Basilio, in provincia di Cagliari, che avrà dimensioni identiche a Parkes, ma che sarà dotato di tecnologie molto più moderne.
è frutto di uno studio internazionale a cui hanno partecipato quattro ricercatori dell'INAF-Osservatorio Astronomico di Cagliari.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit