Text Size
Venerdì, Settembre 18, 2020
News Astronomia L'asteroide nascosto che accompagna la Terra, le molecole di acqua su Saturno ed il tempo rimanente per Kepler

Il misterioso cubo d'acciao artificiale di 60 milioni di anni fa

Le profondità della terra rimangono ancora oggi pressoché inaccessibili e certo è che in quei meandri si celino innumerevoli testimonianze della vita agli albori del nostro pianeta. Accade spesso ...

L'apprendimento durante il sonno? E' possibile secondo la scienza

Il sonno non consente soltanto di consolidare i ricordi di eventi vissuti durante la veglia, sma anche di formare nuove associazioni tra sensazioni acquisite con  organi di senso diversi: è questa...

L'esplosione di una stella di grandissima massa di 4 miliardi di anni fa, la fusione di due Galassie vista da Hubble e le stelle ai confini della nostra galassia incredibilmente lontane

E’ stato un lampo di raggi gamma lunghissimo, durato quasi sei ore quello avvenuto lo scorso 25 settembre e studiato da un team internazionale di ricercatori guidato da Luigi Piro, dell’INAF. Un’et...

Esperimento Philadelphia

L'Esperimento di Philadelphia è una noto esperimento scientifico condotto negli USA nell'omonia città di PhiladelphiaSecondo alcuni testimoni, il 28 ottobre 1943 la US Navy avrebbe condotto un esperim...

La speranza degli scienziati nella ricerca del fotone oscuro

Nei tunnel sotterranei della Thomas Jefferson National Accelerator Facility di Newport News, in Virginia, un fascio di elettroni viaggia in un acceleratore di particelle. Le energie degli elettroni ...

Il mistero del più antico calendario realizzato dall'uomo: Il calendario di Adamo

L’area geografica dove è collocato il Calendario di Adamo si trova nei pressi Mpumalanga ed è stata scoperta nel 2005 da Johan Heine, mentre sorvolavano la zona nel corso di una missione per salvare...

  • Il misterioso cubo d'acciao artificiale di 60 milioni di anni fa


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • L'apprendimento durante il sonno? E' possibile secondo la scienza


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'esplosione di una stella di grandissima massa di 4 miliardi di anni fa, la fusione di due Galassie vista da Hubble e le stelle ai confini della nostra galassia incredibilmente lontane


    Publish In: News Astronomia
  • Esperimento Philadelphia


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La speranza degli scienziati nella ricerca del fotone oscuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il mistero del più antico calendario realizzato dall'uomo: Il calendario di Adamo


    Publish In: Oopart Archeomisteri

L'asteroide nascosto che accompagna la Terra, le molecole di acqua su Saturno ed il tempo rimanente per Kepler

Abbiamo un asteroide che ci fa compagnia. Misura circa 300 metri, ma niente paura: 2010 TK7, questo il suo nome, non è una minaccia. È una presenza talmente discreta che finora non ce ne eravamo nemmeno accorti. Questo corpo roccioso accompagna la Terra mentre percorre la sua orbita. Si trova nei pressi di uno dei cosiddetti punti Lagrangiani, una sorta di pozzo gravitazionale, una regione dello spazio in cui le forze di attrazione fra Terra e Sole si bilanciano.



Si è letteralmente scelto un posto al Sole: la sua posizione è tale che per provare a osservarlo gli astronomi hanno dovuto cercarlo in cielo in prossimità dell’alba o del tramonto. Impresa non facile date le condizioni di luminosità che tendono a offuscare la luce che l’asteroide riflette: ecco perché confermare la sua presenza è stata un’impresa tutt’altro che facile, che ha richiesto l’aiuto di WISE telescopio spaziale della NASA, sensibile agli infrarossi.

L’orbita del “nostro” asteroide, tuttavia, non è stabile: è destinato ad abbandonarci, ma soltanto fra 10'000 anni. Nel frattempo continuerà ad accompagnarci mantenendosi una distanza (di tutta sicurezza) fra i 20 e i 300 milioni di Km.


ENCELADO ANNAFFIA SATURNO
Cosa ci fanno delle molecole d’acqua nell’alta atmosfera di Saturno? Non avrebbero ragione di stare lì ed è da almeno 14 anni che i ricercatori si interrogano sulla loro inaspettata presenza. Alla fine la risposta è piovuta del cielo, proprio come è successo alle stesse molecole. L’acqua su Saturno è un’intrusa: gli viene spruzzata contro da Encelado, una delle sue lune. Che il segno particolare di questa luna ghiacciata fossero dei vistosi geyser, in corrispondenza del polo sud, si sapeva già grazie alle immagini della sonda Cassini, in orbita da quelle parti. Ma che il vapor d’acqua proveniente dal sottosuolo di Encelado seguisse un lungo percorso ricurvo e potesse giungere anche fino a Saturno, era difficile aspettarselo. Il vapore d’acqua risulta trasparente se lo si guarda con strumenti ottici, ma il telescopio spaziale Herchel è sensibile agli infrarossi ed è riuscito a individuare il percorso seguito dalle molecole risolvendo un vecchio mistero.


NON C’È TEMPO PER KEPLER!
Ha individuato ben 1.235 potenziali nuovi pianeti soltanto nei primi 4 mesi di missione e ha ottenuto una sorprendente mole di dati sulla natura stessa delle stelle. È il telescopio spaziale Kepler, della NASA, che fra 16 mesi concluderà la sua missione della durata di tre anni e mezzo e lo farà, probabilmente, senza aver raggiunto il suo principale obiettivo, nonostante il preziosissimo lavoro svolto. Certo, individuare pianeti effettivamente simili alla Terra, in orbita intorno a stelle simili al Sole nella cosiddetta fascia di abitabilità, non è un’impresa da poco. Per ora solo 68 fra gli oltre 1200 avrebbero dimensioni simili alla Terra. Meno del previsto ma solo perché ci si aspettava che le stelle simili al Sole intorno a cui ruotano fossero effettivamente simili al Sole. Invece presentano delle variazioni di luminosità più accentuate che disturbano l’intercettazione dei piccoli pianeti rocciosi, una differenza inaspettata, che ha sorpreso gli stessi astronomi.





blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit