Text Size
Venerdì, Maggio 14, 2021
News Astronomia Le sonde ARTEMIS e la mappatura della Luna in 3D, il terremoto su Giove e l'orbita completata da Nettuno attorno al Sole

Trovato gesso su Marte, i buchi neri super massicci e la scoperta del pianeta simile alla Terra

Una prova di gesso Dal rover Opportunity arriva un nuovo, ennesimo, indizio di acqua liquida nel passato di Marte. Questa volta il rover ha individuato una striscia lunga 50 centimetri, situata su...

L'origine degli anelli di Saturno,il vulcano di Titano e astronauti italiani nello spazio

Come si sono formati gli anelli di Saturno? Ce lo chiediamo da quando per la prima volta li abbiamo visti al telescopio. Ora un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature ci offre la risposta al ...

Le stelle più brillanti osservate da Hubble, la mappa 3D navigabile online e le tracce di un nuovo pianeta nel nostro sistema solare

Raramente capita di studiare una singola stella, poiché si presta maggiore attenzione alle strutture che sono in grado di formare. C’è da dire che quando le stelle si raggruppano riescono a creare ...

L'incontro alieno di Papa Giovanni XXIII

Una delle notizie più curiose e che non tutti sanno è che nel 1961 sarebbe avvenuto un "contatto" di terzo tipo con il Papa Roncalli, conosciuto da tutti come il Papa buono. A riferire il curioso avve...

L'astro sfuggito ad un buco nero, le bellissime immagini realizzate da Chandra e la condivisione del sapere nella scienza

Sarà pure un “immenso Paradiso” il superammasso di galassie che ospita anche la Via Lattea, la nostra ‘casa’, ma a volte, qua e là, in questa sterminata regione di spazio, l’esistenza di parecchi...

Il video stupendo della Terra ripresa dalla ISS realizzato dalla NASA

Questo video presenta una serie di sequenze time lapse fotografati da parte dell'equipaggio Expedition 30 a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.Il brano musicale si intitola "Walking in the ...

  • Trovato gesso su Marte, i buchi neri super massicci e la scoperta del pianeta simile alla Terra


    Publish In: News Astronomia
  • L'origine degli anelli di Saturno,il vulcano di Titano e astronauti italiani nello spazio


    Publish In: News Astronomia
  • Le stelle più brillanti osservate da Hubble, la mappa 3D navigabile online e le tracce di un nuovo pianeta nel nostro sistema solare


    Publish In: News Astronomia
  • L'incontro alieno di Papa Giovanni XXIII


    Publish In: Le Prove
  • L'astro sfuggito ad un buco nero, le bellissime immagini realizzate da Chandra e la condivisione del sapere nella scienza


    Publish In: News Astronomia
  • Il video stupendo della Terra ripresa dalla ISS realizzato dalla NASA


    Publish In: Tecnologia Spaziale

Le sonde ARTEMIS e la mappatura della Luna in 3D, il terremoto su Giove e l'orbita completata da Nettuno attorno al Sole

Ancora tre giorni e un'altra sonda ARTEMIS raggiungerà la Luna. Andrà ad aggiungersi a una sua compagna già entrata in orbita lo scorso 27 giugno. Le due si ritroveranno a girare attorno al nostro satellite in direzioni opposte, lavorando in coppia per fornire una nuova ricostruzione 3D del suolo lunare e dei fenomeni magnetici che avvengono sulla superficie a livello locale.


E pensare che la loro missione era terminata da tempo. Facevano parte di un gruppo di cinque sonde lanciate nel 2007 per misurare il campo magnetico terrestre. Dopo un anno e mezzo, raggiunti gli obiettivi principali, si decide di prolungare la vita di due sonde, utilizzandole per andare a studiare la Luna. Questo supplemento di missione ha costretto i tecnici a rivedere i calcoli e a dar fondo a tutta la loro esperienza. Ci sono volute oltre 90 manovre, alcune delle quali mai eseguite prima, intervallate da tempi di attesa lunghi mesi.
Con l'arrivo della seconda ARTEMIS previsto il 17 di luglio, la coppia sarà pronta per la nuova missione. In orbita attorno alla Luna potranno andare avanti ancora 10 anni, a differenza delle altre tre sonde della missione iniziale: rimaste attorno alla Terra, attraversano di continuo zone con alto livello di radiazioni e non potranno resistere ancora per molto.

IL TREMOLIO DI GIOVE
Anche su un pianeta gigante come Giove ci sono i terremoti. Certo, non è corretto chiamarli così, visto che si parla di gas e non di superfici solide: ma la presenza di attività sismica ha finalmente trovato conferma dopo essere stata prevista, per anni, soltanto dalla teoria. Lo strumento SYMPA, ideato appositamente per osservare le impercettibili variazioni della superficie visibile del pianeta, ce l’ha fatta, dimostrando la presenza di un tremolio dovuto proprio a fenomeni sismici che hanno origine negli strati più profondi. Gli autori della scoperta hanno realizzato un’immagine del pianeta amplificando di 10 milioni di volte le increspature registrate, così da poter vedere come sono distribuite anche se, appunto, ingigantite. Studiare queste micropulsazioni sismiche permetterà in un certo senso di sbirciare dentro a Giove e ai giganti gassosi in generale, ricavando informazioni su struttura, composizione e altre caratteristiche interne.


BUON COMPLEANNO NETTUNO
Forse non è proprio un compleanno, ma è una ricorrenza che decisamente non si festeggia tutti i giorni: il pianeta Nettuno ha completato un’intera orbita intorno al Sole. Il fatto in sé non ha nulla di strano: è vecchio approssimativamente quanto il Sistema solare, e in oltre 4 miliardi e mezzo di anni, di orbite intorno alla nostra stella ne ha percorse parecchie. Questo, però, è il primo giro completo che il pianeta finisce da quando noi, sulla Terra, ci siamo accorti della sua esistenza. Era il 1846, nella notte fra il 23 e il 24 settembre, quando l’astronomo Johann Gottfried Galle osservò Nettuno per la prima volta. Un anno nettuniano dura quanto 164.79 anni terrestri e tanti ne sono serviti perché il pianeta tornasse alla posizione in cui fu osservato per la prima volta. La ricorrenza cadeva approssimativamente il 12 luglio, ora è iniziato un altro giro.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit