Text Size
Martedì, Febbraio 20, 2018
News Astronomia L'oceano nascosto sotto la crosta di Encelado, il fulmine stellare e la Nasa cerca progetti per costruire una nave spaziale

Francisco (Chico) Xavier. Il medium brasiliano che descrisse l'aldilà

Chico Xavier fu probabilmente il più popolare medium brasiliano del ventesimo secolo. Xavier deve la sua popolarità agli oltre quattrocento libri vergati grazie alla tecnica nota come psicografia, c...

L'incontro alieno di Papa Giovanni XXIII

Una delle notizie più curiose e che non tutti sanno è che nel 1961 sarebbe avvenuto un "contatto" di terzo tipo con il Papa Roncalli, conosciuto da tutti come il Papa buono. A riferire il curioso avve...

La prima fotocamera digitale da 50.000 megapixel

Un prototipo di fotocamera in grado di creare immagini con un dettaglio senza precedenti grazie alla sincronizzazione di 98 piccole telecamere è stato realizzato da ingegneri della Duke University e...

Roberto Giacobbo spiega il 2012

Roberto Giacobbo, noto presentatore televisivo del programma Voyager e appassionato di archeologia, spiega e unisce le varie teorie del 2012 unendo le profezie di varie culture, non assolutamente a co...

Il super atomo che sarà sfruttato per i device elettronici molecolari del futuro

In futuro potrebbero essere sfruttati per creare dispositivi elettronici molecolari, più veloci, dotati di maggiore memoria e utilizzabili nei computer quantistici Una nuova classe di ...

La battaglia Ufo di Los Angeles

In prima pagina, sul “Los Angeles Times” del 26 febbraio 1942, il titolo a caratteri cubitali dice: “L’esercito dichiara che l’allarme è reale”.25 FEBBRAIO 1942 PRIME ORE DEL MATTINODozzine di riflett...

  • Francisco (Chico) Xavier. Il medium brasiliano che descrisse l'aldilà


    Publish In: Uomini e Misteri
  • L'incontro alieno di Papa Giovanni XXIII


    Publish In: Le Prove
  • La prima fotocamera digitale da 50.000 megapixel


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Roberto Giacobbo spiega il 2012


    Publish In: Profezie passate e future
  • Il super atomo che sarà sfruttato per i device elettronici molecolari del futuro


    Publish In: Scienza e Futuro
  • La battaglia Ufo di Los Angeles


    Publish In: Le Prove

L'oceano nascosto sotto la crosta di Encelado, il fulmine stellare e la Nasa cerca progetti per costruire una nave spaziale

C'è un mare salato sotto la crosta ghiacciata di Encelado, piccola luna di Saturno. La nuova, decisa conferma giunge dalla sonda Cassini, dopo essere passata attraverso gli enormi spruzzi di vapor acqueo che vengono fuori da fratture sulla superficie ghiacciata del satellite. Sino ad ora c'era il dubbio che questi getti di vapore fossero solo la conseguenza dell'evaporazione del ghiaccio.


L'analisi degli spruzzi ha però evidenziato un'alta abbondanza di sodio e potassio, a conferma che all'origine deve esserci acqua salata, che si trova al di sotto dello strato ghiacciato che avvolge il satellite. E che quest'acqua non può che trovarsi allo stato liquido e in grande quantità.
Proprio come Europa, una delle lune principali di Giove, Encelado sembra quindi possedere un oceano nascosto. Il satellite di Saturno si candida così a nuovo obiettivo dove andare a cercare eventuali forme di vita elementari. Anche se ci vorranno molti anni prima di poter spedire una sonda in grado di andare laggiù e di scavare nei ghiacci, o infilarsi in una fessura per raggiungere quel grande oceano sepolto sotto il ghiaccio.

ALTRO CHE I NOSTRI FULMINI
Qual è la scarica elettrica più potente finora conosciuta? Quella emessa dal centro di una galassia distante due miliardi di anni luce. Le osservazioni hanno mostrato che dalla galassia parte un lungo getto di materia, elettrizzata da un intenso campo magnetico prodotto dal buco nero gigante al centro della galassia. La scarica elettrica che scorre all'interno del getto di materia raggiunge intensità migliaia di miliardi di volte rispetto a quella di un comune fulmine.


CERCASI ASTRONAVE
Cercasi un'idea per costruire la prima nave spaziale capace di viaggiare tra le stelle. Ma anche eventuali obiezioni al progetto. Il curioso annuncio viene dall'Agenzia di Difesa americana Già lo scorso gennaio si era tenuta un'iniziativa simile: in quell'occasione tra le proposte più interessanti, spiccò l'idea di spedire nello spazio frammenti di DNA umano da riassemblare insieme una volta giunti su un pianeta abitabile. Questa volta c'è tempo fino all'8 luglio per presentare il proprio progetto o il proprio dissenso. I selezionati potranno esporre il tutto al prossimo simposio che si terrà in Florida a settembre. Informazioni sul sito: www.100yss.org



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit