Text Size
Martedì, Luglio 25, 2017
News Astronomia Il telescopio Herschel e i filamenti delle nubi di gas,il buio oltre le stelle e nuovi ritardi per il lancio del James Webb

Il mistero degli Olmechi continua: ritrovati un disco ed un giaguaro di basalto di 3000 anni fa

Spesso gli Aztechi sono stati paragonati ai Romani e i Maya ai Greci. Si è anche detto che il ruolo dei Toltechi, tra i nativi americani, è simile a quello degli Etruschi in Italia. Come scriv...

Il video preoccupante sugli Ufo in Australia

Durante una ripresa notturna avvenuta a Moonee Ponds in Australia si vedono diversi Ufo che attraversano il cielo indisturbati. La cosa preoccupante è il numero di questi Ufo. Si stanno forse prepar...

La nebulosa a riflessione Toby Jug, la strana risonanza di Mercurio e la pioggia di diamanti su Saturno e Giove

Il Very Large Telescope (VLT) dell’ESO ha ripreso un’immagine notevolmente dettagliata della Nebulosa della caraffa (chiamata Toby Jug in inglese), una nube di gas e polvere che circonda una stella...

La nuova vita di Hubble, stella nana in arrivo e niente bombe agli asteroidi

Da quando è stato riparato e aggiornato, Hubble è di nuovo in piena forma e già sta affrontando una nuova sfida: osservare migliaia di galassie lontane per ricostruire le prime fasi della loro ev...

I misteriosi teschi (umani?) con le corna

Parecchi teschi umani con corna sporgenti vennero scoperti in un tumulo funerario a Sayre, Bradford County, Pennsylvania, negli anni 1880. Ad eccezione delle proiezioni ossee dislocate circa due pol...

Anna Katharina Emmerik, la suora che riusciva a vedere oltre il tempo e la vita

Nata in una famiglia di contadini, quinta di nove figli, divenne domestica e poi sarta prima di entrare nel 1802 nel monastero di Agnetenberg presso Dülmen, insieme alla sua amica Klara Söntgen. An...

  • Il mistero degli Olmechi continua: ritrovati un disco ed un giaguaro di basalto di 3000 anni fa


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Il video preoccupante sugli Ufo in Australia


    Publish In: Le Prove
  • La nebulosa a riflessione Toby Jug, la strana risonanza di Mercurio e la pioggia di diamanti su Saturno e Giove


    Publish In: News Astronomia
  • La nuova vita di Hubble, stella nana in arrivo e niente bombe agli asteroidi


    Publish In: News Astronomia
  • I misteriosi teschi (umani?) con le corna


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Anna Katharina Emmerik, la suora che riusciva a vedere oltre il tempo e la vita


    Publish In: Profezie passate e future

Il telescopio Herschel e i filamenti delle nubi di gas,il buio oltre le stelle e nuovi ritardi per il lancio del James Webb

All’interno delle nubi di gas che occupano le vaste regioni di spazio fra stella e stella, si formano talvolta dei lunghi filamenti. È a queste scie gassose che il telescopio Herschel, dell’Agenzia Spaziale Europea, ha dedicato particolare attenzione riuscendo, per la prima volta, a prenderne le misure. Si è scoperto così che, indipendentemente da densità e lunghezza (indicativamente di alcune decine di anni luce), lo spessore di questi filamenti è sempre approssimativamente lo stesso, pari a circa 20’000 volte la distanza Terra-Sole.


Non può trattarsi di una coincidenza e gli astrofisici hanno cercato di capire quale meccanismo fisico potesse aver dato origine a questa inaspettata uniformità. Con l’aiuto di simulazioni al computer si è giunti a stabilire che a “pettinare”, per così dire, il gas siano delle onde d’urto a bassa velocità, dovute all’energia turbolenta che viene iniettata nello spazio interstellare in seguito all’esplosione delle stelle.

Queste onde si propagano quindi attraverso il gas, modellandolo in filamenti. Non si tratta di una prova diretta, ma di un forte indizio sul legame fra la turbolenza e i filamenti di gas. Un altro legame importante è quello fra i nodi, che talvolta si creano fra più filamenti, e la formazione stellare. I filamenti gassosi, quindi, si dipanerebbero fra l’esplosione di stelle e la nascita di nuove.


OLTRE L'OSCURO
"Il buio oltre le stelle", edizioni Codice, è il nuovo libro di Amedeo Balbi, cosmologo e ricercatore all’Università di Roma Tor Vergata e associato all'Istituto Nazionale di Astrofisica. Il libro racconta l'Universo che si vede e quello che non si vede, dalle onde elettromagnetiche non visibili all'occhio umano, sino alle ipotesi pù recenti sulla possibile natura della materia oscura e dell'energia oscura. Tante le risposte e tante le domande ancora aperte. Amedeo Balbi ci spiega a quale di queste domande vorrebbe trovare una risposta:

"Come cosmologo la risposta che vorrei ottenere in questo momento è capire che cos'è l'energia oscura, se è vero che c'è e che cosa è. Questo è il problema più grosso aperto in cosmologia, anzi direi che ha implicazioni per la fisica teorica in generale. Rappresenta il segno di una crisi complessiva della fisica e per riflesso anche della cosmologia e della nostra comprensione dell'Universo".


UN ALTRO RITARDO?
Si allontana la data di lancio del James Webb, successore del telescopio spaziale Hubble. Il James Webb Telescope dovrebbe andare in orbita nel 2014 ma secondo nuove indiscrezioni ci sono forti problemi di finanziamento. Il lancio potrebbe quindi slittare al 2018.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit