Text Size
Domenica, Agosto 09, 2020
News Astronomia La super tempesta extra solare, la spazzatura spaziale e il telescopio censurato

Ecco la foto che dimostra che i fantasmi esistono

Questa volta nemmeno lo zaino protonico dell’Acchiappafantasmi Dan Aykroyd avrebbe potuto fare qualcosa di fronte alla figura in abito di corte apparsa come per magia dietro alle sbarre di una fin...

Il misterioso caso di Gil Perez. Un caso di teletrasporto spontaneo

Gil Perez era un soldato vissuto nel 16° secolo. Era un membro della Guardia Civile filippina e prestava servizio a Manila, al palazzo del Governatore Generale, nelle Filippine. Conduceva la tipic...

I poteri della mente: la Telepatia

Uno dei poteri nascosti nella nostra mente è la Telepatia. La telepatìa, detta anche trasmissione del pensiero, è la ipotetica capacità di comunicare con la mente, cioè senza l'utilizzo di altri sensi...

Edgar Mitchell, l'astronauta che confermò la visita degli alieni

Una delle testimonianze più autorevoli suglu Ufo proviene proprio da chi nello spazio c'è andato davvero in missione. Il suo nome è Edgar "Ed" Dean Mitchell (Hereford, 17 settembre 1930) è un astrona...

Il buco nero gigantesco, la fascia di asteroidi dei sistemi solari ed il rinnovato interesse Nasa per la Luna

Un buco nero da record che si trova dove non era previsto. L’esistenza è stata dedotta studiando NGC 1277, una piccola galassia lontana 200 milioni di anni luce. Le sue stelle ruotano attorno al ...

La fuga dei gravitoni dal buco nero, pericolo collisione per l'asteroide 2011 AG5 e la stazione spaziale cinese

I buchi neri devono ancora svelarci molti segreti. Come previsto dalla teoria della Relatività, sono così massicci che nulla può sfuggire alla loro attrazione. Eppure, a dispetto della Relatività,...

  • Ecco la foto che dimostra che i fantasmi esistono


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Il misterioso caso di Gil Perez. Un caso di teletrasporto spontaneo


    Publish In: Uomini e Misteri
  • I poteri della mente: la Telepatia


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Edgar Mitchell, l'astronauta che confermò la visita degli alieni


    Publish In: Le Prove
  • Il buco nero gigantesco, la fascia di asteroidi dei sistemi solari ed il rinnovato interesse Nasa per la Luna


    Publish In: News Astronomia
  • La fuga dei gravitoni dal buco nero, pericolo collisione per l'asteroide 2011 AG5 e la stazione spaziale cinese


    Publish In: News Astronomia

La super tempesta extra solare, la spazzatura spaziale e il telescopio censurato

Una supertempesta su un lontano pianeta extrasolare: un evento individuato per la prima volta grazie a uno strumento che promette importanti risultati. Lo strumento è un nuovo spettrografo montato sul Very Large Telescope in Cile. Nettamente più preciso dei suoi predecessori, è stato utilizzato per studiare un pianeta gigante gassoso che orbita molto vicino alla suastella in appena 3 giorni e mezzo.


Ad ogni passaggio, parte della luce della stella, prima di giungere sino a noi, passa attraverso l’atmosfera del pianeta. Come si fa da tempo, studiando questa luce è possibile risalire alla composizione chimica dell’atmosfera che la luce ha attraversato. Ma questa volta abbiamo ottenuto molte più informazioni: il nuovo spettrografo ha permesso un analisi a un livello di dettaglio mai raggiunto prima. E così è stato possibile determinare anche la velocità con la quale si muove il gas atmosferico.

Ne sono risultati valori tra i 5000 e i 10000 chilometri all’ora. In pratica nell’atmosfera soffiano dei venti da record, originati dalla forte differenza di temperatura tra il lato del pianeta esposto verso la stella e quello opposto. Nel futuro aspettiamoci altre novità: applicato ai nuovi telescopi, lo strumento analizzerà con altrettanta precisione anche le atmosfere di pianeti più piccoli e rocciosi e potrà dirci subito se ci sono atmosfere e condizioni adatte ad ospitare la vita.

BASTA SPAZZATURA!
Alla Casa Bianca si decide che fare della spazzatura, quella spaziale. Nella lista delle priorità riguardanti l’argomento Spazio, la questione dei frammenti in orbita attorno alla Terra è ai primi posti. La linea di condotta che l’amministrazione Obama intende seguire punterà da un lato a finanziare progetti “spazzino” per far pulizia, dall’altro a consentire la condivisione delle informazioni. Il governo degli Stati Uniti intende infatti mettere a disposizione delle altre Nazioni i dati di cui è in possesso. Condividere i dettagli sulle traiettorie di satelliti dismessi o altro tipo di spazzatura tecnologica attualmente in orbita, permetterà di avere un maggiore controllo della situazione ed evitare costosi incidenti. Un esempio risale a febbraio dello scorso anno, quando due satelliti, uno dei quali era spazzatura perché non più operativo, si scontrarono provocando migliaia di frammenti. Questi sono dei proiettili vaganti che potrebbero danneggiare, perforandola, altra strumentazione attualmente in orbita. La spazzatura spaziale non è ancora un problema ma potrebbe diventarlo e gli Stati Uniti per primi si rendono conto che anche dal punto di vista economico sia meglio agire per tempo.

IL TELESCOPIO BENDATO
Continuando a parlare delle politica spaziale americana, se nel caso delle informazioni sui rifiuti spaziali, abbiamo visto un’apertura del governo, in un altro assistiamo invece a una chiusura. Si tratta di un telescopio parzialmente bendato per motivi militari. Il mastodontico telescopio Pan-Starrs 1, uno dei più grandi cacciatori di asteroidi, non deve vedere certe porzioni del cielo perché le traiettorie di alcuni satelliti americani sono una questione top-secret. Il procedimento è automatico: il software del telescopio manda in black-out tutti i pixel che in un dato momento sono rivolti a una regione off-limits del cielo. Il risultato è che solo il 76% delle immagini ottenute sono effettivamente utilizzabili. Il telescopio, tuttavia, è stato in parte finanziato proprio dall’aeronautica americana: è naturale quindi che di fronte a certe richieste non possa fare altro che chiudere un occhio.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit