Text Size
Sabato, Maggio 25, 2019
News Astronomia Tutti insieme a guardare Giove, altre prove di vita su Marte

Il teschio alieno scoperto in Bulgaria

Il 21 Maggio del 2001 in Bulgaria è stato ritrovato un misterioso teschio con frammenti di metallo nelle ossa.  Questo teschio ha generato numerose controversie in tutti i campi europei. Una fot...

Gli ottimi risultati delle neuroprotesi elettriche "intelligenti"

Il movimento delle zampe posteriori di ratti paralizzati può essere ripristinato con una serie di impulsi elettrici trasmessi tramite elettrodi al sistema nervoso degli animali:lo ha dimostrato uno...

Il futuro degli occhiali Smart secondo Microsoft

NON SONO ANCORA arrivati sul mercato, ma i Google Glasses hanno già dei concorrenti. Ultimo tra i brevetti arrivati, ma dal nome pesante, è quello di Microsoft. L'azienda ha depositato alcuni p...

Le immagini di una base aliena sulla Luna catturate dalla sonda cinese Chang'e-2

FOTO BASE ALIENA LUNA – Le foto della presunta “Base Aliena”, le cui presunte tracce sarebbero state rinvenute sulla superficie lunare e notate tramite alcune immagini delle sonde cinesi, tengono banc...

L'ultimo atto di una stella dilaniata da un buco nero, una nuova classe di stelle iperveloci ed i nuovi progetti ambiziosi della NASA

Una sorgente di raggi X si accende misteriosamente nel cielo e dopo qualche anno, altrettanto misteriosamente, scompare. Il luogo è una galassia nana distante circa 800 milioni di anni luce da noi...

La quarta dimensione dell'Universo, i bracci delle galassie a spirale e l'interazione elettrica tra Saturno ed Encelado

Più si espande, più l'Universo acquista nuove dimensioni. Questa l'ipotesi di alcuni fisici americani. Il concetto di partenza è che l'Universo, nelle prime epoche dopo il Big Bang, avesse una sola...

  • Il teschio alieno scoperto in Bulgaria


    Publish In: Le Prove
  • Gli ottimi risultati delle neuroprotesi elettriche "intelligenti"


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Il futuro degli occhiali Smart secondo Microsoft


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Le immagini di una base aliena sulla Luna catturate dalla sonda cinese Chang'e-2


    Publish In: Le Prove
  • L'ultimo atto di una stella dilaniata da un buco nero, una nuova classe di stelle iperveloci ed i nuovi progetti ambiziosi della NASA


    Publish In: News Astronomia
  • La quarta dimensione dell'Universo, i bracci delle galassie a spirale e l'interazione elettrica tra Saturno ed Encelado


    Publish In: News Astronomia

Tutti insieme a guardare Giove, altre prove di vita su Marte

Domenica scorsa Padova ha vissuto un pomeriggio all’insegna delle stelle. Mentre nell’aula Magna dell’Università 200 astronomi provenienti da 45 Paesi diversi dichiaravano chiuso l’ Anno Internazionale dell’Astronomia, nella grande piazza di Prato della Valle oltre 1000 persone hanno potuto osservare Giove ed i suoi satelliti, così come fece Galileo nel gennaio del 1610.

Oltre 20 i telescopi amatoriali di varie dimensioni montati dagli astrofili padovani, con la presenza di astronomi professionisti dell’INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica. Noi eravamo tra il pubblico e abbiamo raccolto le emozioni suscitate dall’evento.

TRE SOSPETTI FANNO UNA PROVA
Dapprima c’era un meteorite marziano che sembrava nascondere tracce di elementari forme di vita. Era un sospetto. Poi i meteoriti con queste caratteristiche sono diventati due, e il sospetto è diventato un indizio. Ma da quando le stesse tracce sono state trovate anche in un altro meteorite, l’indizio potrebbe diventare una prova. Avevamo parlato qualche tempo fa di uno di questi souvenir precipitati sulla Terra. E’ stato trovato in Antartide a metà degli anni ’80 e la sua composizione ne ha rivelato provenienza: è un pezzo di roccia sbalzato via dal pianeta Marte nel momento in cui, a sua volta, sarebbe stato colpito da un altro meteorite. Analizzandolo sono state trovate sostanze chimiche che potrebbero essere il prodotto di una passata attività biologica, anche se ci sono altre ipotesi.

Ora, le analisi fatte su altri due meteoriti, sempre di provenienza marziana, mostrano che sono presenti le stesse tracce. Sono tutti fossili del sistema solare, risalenti all’epoca in cui Marte era più caldo e umido e aveva un’atmosfera più spessa. Era lo stesso periodo in cui le prime semplici forme di vita cominciavano ad apparire sulla Terra. Nel corso del 2010, grazie a strumenti di ultima generazione, le analisi su questi tre diversi oggetti, permetteranno di stabilire una volta per tutte se su Marte ci sia stata vita. In caso di risposta positiva, le implicazioni saranno notevoli e influenzeranno anche i piani per il futuro dell’esplorazione spaziale.



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit