Text Size
Martedì, Dicembre 10, 2019
Le Prove L'incredibile monolite nero fotografato su Mercurio dalla sonda Messenger

L'incredibile longevità dell'elettrone che supera la vita dell'Universo stesso

Per osservare in decadimento di un elettrone, bisogna attendere, in media, 66.000 yotta (ovvero 10 alla 24) anni, un tempo di 19 ordini di grandezza più grande dell'età attuale dell'universo. È quan...

Ufo del tipo Orb filmati in Giappone

Avvistamenti di UFO sopra il Giappone hanno raggiunto un altissimo livello durante il recente devastante terremoto e le serie di tsunami che seguirono. Vari tipi di UFO,di cui la maggior parte si ...

Il motore termico più piccolo del mondo

Un motore termico su scala micrometrica è stato per la prima volta realizzato da ricercatori dell'Università di Stoccarda e del Max Planck Institut per i sistemi intelligenti, che lo descrivono in...

I supervulcani di Marte, l'ultima consegna per l'avvio del telescopio ALMA e la nebulosa planetaria peculiare LoTr1

La superficie di Marte sarebbe stata scolpita dalla cenere e dalla lava espulse, durante le prime fasi di vita del pianeta, da alcuni vulcani esplosivi giganti, simili a quelli che sulla Terra si t...

Banca dei Semi alle Isole Svalbard

Il governo norvegese sta progettando la costruzione di una banca genetica dei semi, in cui sarà conservato il più grande numero possibile di specie di semi. Il governo norvegese costruirà questa banca...

Il cilindro di O'Neill: il progetto per una colonia umana nello spazio

Di progetti per costruire una colonia nello spazio ce ne sono diversi ma uno dei più interessanti e attuabili in un vicino futuro è senza dubbio il progetto di O'Neill. O'Neill era uno scienziat...

  • L'incredibile longevità dell'elettrone che supera la vita dell'Universo stesso


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Ufo del tipo Orb filmati in Giappone


    Publish In: Le Prove
  • Il motore termico più piccolo del mondo


    Publish In: Scienza e Futuro
  • I supervulcani di Marte, l'ultima consegna per l'avvio del telescopio ALMA e la nebulosa planetaria peculiare LoTr1


    Publish In: News Astronomia
  • Banca dei Semi alle Isole Svalbard


    Publish In: Preparativi 2012
  • Il cilindro di O'Neill: il progetto per una colonia umana nello spazio


    Publish In: Tecnologia Spaziale

L'incredibile monolite nero fotografato su Mercurio dalla sonda Messenger

Sembra che Marte non è l’unico pianeta del nostro sistema solare che ospita monoliti misteriosi. Secondo le immagini registrate dalle sonde spaziali, relative alla superficie di Mercurio, il pianeta di “fuoco” si aggiunge alla lista dei pianeti e lune del nostro sistema solare, che mostrano anomalie affascinanti, e  che a detta di molti dimostrano che esiste vita aliena, o almeno esisteva fino ad un certo punto, nel nostro sistema solare.

monolite-mercurio581-nov-15-11-10

Molti ricercatori chiamano il monolito di Mercurio la  ‘porta ad un altro mondo’, mentre altri credono che sia uno dei tanti elementi di prova che punta al fatto che milioni di anni fa e forse anche prima che la vita sulla Terra è stata creata, esisteva una civiltà aliena avanzata che ha abitato il nostro sistema solare, lasciando dietro di sé tracce della loro esistenza che stiamo iniziando a trovare oggi.  La massiccia ‘struttura artificiale’ è stato recentemente analizzata dallo skywatcher SecureTeam10,  in cui discute e analizza la ‘struttura rettangolare nera’ che è presente nelle immagini scattate dalla NASA. Un monolite simile può essere trovato anche su Marte e su una delle sue lune Phobos.

Curiosamente, anche l’astronauta Buzz Aldrin disse: “Dobbiamo vedere meglio la luna di Marte (Phobos). Sulla sua superficie c’è un monolite, una struttura molto particolare su questo piccolo oggetto a forma di patata che ruota intorno a Marte una volta ogni sette ore.  Quindi, chi ha messo quella cosa su Phobos? Chi l’ha messa? Bene l’universo ha messo quell’oggetto lì, o se si sceglie… Dio lo ha messo lì”.

monolite-mercurio582-nov-15-11-10 monolite-mercurio583-nov-15-11-11

La struttura misteriosa vista sulla superficie di Mercurio è stato prima avvistato nel 2012, quando il ricercatore Scott Waring lo aveva analizzato sul suo blog. Tuttavia, il video appena caricato su YouTube da Tyler Glockner,  analizza la misteriosa struttura a forma di Monolite sulla superficie di Mercurio: “Ho preso un ottima immagine che è diventato chiaro per me… che questo non è un ingresso aperto a tutti. In realtà, è qualcosa di molto più magnifico. Si tratta di un ombra …ma da dove proviene l’ombra? Cari amici, l’oggetto rettangolare è una struttura monolite dall’aspetto imponente sopra la superficie.”

Molti sono convinti che l’immagine presentata dalla NASA effettivamente descrive una struttura permanente sulla superficie di Mercurio. Glockner ritiene che a causa della inclinazione dell’ombra dovuta al Sole, determini il rettangolo nero che poi quindi è in realtà un ombra di una struttura permanente sulla superficie.

monolite-mercurio584-nov-15-11-11

Monolite su Marte

Secondo i dati raccolti dalla sonda Messenger, Mercurio è un pianeta sottoposto ad elevate temperature, ma dispone anche di acqua e materiale organico presente sulla sua superficie. È interessante notare che la quantità di acqua presente sul pianeta è sufficiente a coprire Washington DC in ghiaccio. Secondo gli scienziati, si ritiene che Mercurio possiede la sua dose di materiale organico, che messa a confronto, è simile a quella che era presente sul nostro pianeta nel momento della creazione della vita, milioni di anni fa. Incredibilmente, questo materiale, secondo gli scienziati, ha rappresentato i mattoni della vita.

Video



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit