Text Size
Sabato, Dicembre 15, 2018
Le Prove Le misteriose luci di Cerere registrate dalla sonda Dawn

Ecco come riusciremo a vedere anche gli oggetti nascosti dai muri

La capacità di vedere oggetti nascosti dietro i muri può rivelarsi essenziale in luoghi pericolosi o inaccessibili, per esempio all'interno di macchinari con parti in movimento, o in zone fortemen...

I reperti di Hueyatlaco e l'uomo di 300.000 anni fa che non dovrebbe esistere

  Nei primi anni Settanta, alcuni archeologi statunitensi scoprirono alcuni strumenti ed armi in pietra in località Hueyatlaco, in Messico. Fra questi reperti figuravano punte di freccia e di lan...

Il mistero della Caverna dei Cristalli

Alcuni di voi avranno già sentito parlare della Caverna dei Cristalli, un luogo sotterrano dalle temperature estreme, formazioni cristalline di dimensioni ciclopiche e un perfetto terreno di studi...

L'isola del mistero. Hy-Brasil

Quest’oggi vi proponiamo una storia molto interessante, affascinante e misteriosa. Tutti conosciamo il mito di “Atlantide” e la sua storia che affascina migliaia di persone, ma pochi sono a conosc...

Conseguenze della tempesta solare prevista dalla Nasa per il 2012

Uno degli aspetti previsti dalla Nasa per il 2012 è molto preoccupante, di fatti, la tempesta solare prevista, sarà in grado di spegnere letteralmente il nostro pianeta facendolo regredire di almeno 1...

Il fenomeno straordinario della bassa mortalità conquistata dalla razza umana

La speranza di vita è costantemente aumentata nell’ultimo secolo nella maggior parte dei paesi sviluppati, superando in molti casi gli 80 anni. Si tratta di un sicuro progresso, giustamente sottolin...

Le misteriose luci di Cerere registrate dalla sonda Dawn

E’ una vicenda avvolta da un po’ di mistero e in questi giorni ha tenuto banco nella rete Internet. Ma tra poco, per la precisione dal 6 marzo in poi, potremmo saperne di più. Mi riferisco alle due macchie luminose apparse su Cerere, il più grande oggetto della Fascia principale degli asteroidi. Dire che gli esperti sono rimasti di sasso è dire poco. “This is truly unexpected and still a mystery to us” ha detto Andreas Nathues, ricercatore del ”Max Planck Institute for Solar System Research” di Gottinga, in  Germania. Mi sembra che non sia necessaria la traduzione: il senso della sorpresa è evidente. Dicevamo però che una soluzione per l’enigma potrebbe essere in arrivo: il 6 marzo la sonda Dawn entrerà infatti nell’orbita di Cerere ed è plausibile che giungano immagini più ravvicinate e più precise. Però la scossa che ha percorso certi ambienti è significativa tanto quanto la voglia di trovare subito la spiegazione “ortodossa”: è ghiaccio; no è sale; no, forse è lava. E se fosse invece un segnale di qualche altra civiltà? Non credete, visto che in definitiva di questi pianeti nani non si conosce ancora moltissimo, che sia il caso di essere un po’ più prudenti e magari anche un po’ più aperti sul piano mentale (senza per questo scadere nella creduloneria facile, o nel rischio di prendere fischi per fiaschi oppure ancora nel desiderio di “farsi dei film” in sintonia con quanto si vorrebbe che quella cosa fosse)? Ad ogni modo, vi linko sia un testo della Nasa (cliccate a questo indirizzo) sia un articolo di Focus.it, nel quale l’eventualità aliena è appena sfiorata, anzi sostanzialmente esclusa a priori (questo testo lo trovate qui). Dite pure la vostra.

Video



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit