Text Size
Lunedì, Agosto 26, 2019
Le Prove L'azzardata manovra di un pilota di linea per evitare la collisione con un Ufo

L'esplosione stellare più lontana,le giuste misure che hanno reso possibile la vita sulla Terra ed il piano B della sonda Odyssey su Marte

E’ l’esplosione stellare più lontana finora individuata, distante 12 miliardi di anni luce. Se i grandi telescopi delle Hawaii sono riusciti a scoprirne l’esistenza, è solo perché a esplodere non ...

Usare il suono per spegnere l'incendio. La nuova scoperta della DARPA

La tecnica standard per spegnere un incendio è quella di interrompere le reazioni chimiche coinvolte nella combustione. Tuttavia, dal punto di vista fisico, le fiamme sono plasmi freddi: per questo ...

Lampada di Dendera

Le lampade di Dendera sono dei geroglifici scoperti dall'archeologo francese Auguste Mariette (Londra, 17 giugno 1832 – Londra, 4 aprile 1919) nel 1857 a circa 70 km da Tebe, nel tempio di Dendera, si...

Secondo il fisico del plasma John Brandenburg l'antica civiltà di Marte è stata annientata da esplosioni nucleari

[Daily Mail] Coloro che parteciperanno sabato prossimo al convegno annuale dell’American Physical Society potrebbero rimanere un po’ sorpresi, dato che in quella sede il dottor John Brandenburg, ...

Rapiti dagli alieni: il caso di Pascagoula

La sera dell'11 ottobre 1973, giovedì, Charles Hickson e Calvin Parker, due operai di un cantiere navale rispettivamente di 42 e 19 anni, stavano pescando con la lenza sulla riva ovest del fiume Pa...

La galassia più luminosa dell'Universo, la stella più strana finora osservata e la correlazione tra i raggi gamma e la materia oscura

Grazie ad una serie di osservazioni condotte con il satellite della NASA WISE (Wide-field Infrared Survey Explorer) gli astronomi hanno scoperto una galassia davvero distante la cui luminosità è pari ...

  • L'esplosione stellare più lontana,le giuste misure che hanno reso possibile la vita sulla Terra ed il piano B della sonda Odyssey su Marte


    Publish In: News Astronomia
  • Usare il suono per spegnere l'incendio. La nuova scoperta della DARPA


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Lampada di Dendera


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • Secondo il fisico del plasma John Brandenburg l'antica civiltà di Marte è stata annientata da esplosioni nucleari


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • Rapiti dagli alieni: il caso di Pascagoula


    Publish In: Le Prove
  • La galassia più luminosa dell'Universo, la stella più strana finora osservata e la correlazione tra i raggi gamma e la materia oscura


    Publish In: News Astronomia

L'azzardata manovra di un pilota di linea per evitare la collisione con un Ufo

Immaginate di essere su un aereo di linea e finire all’improvviso catapultati in un film di fantascienza.

E’ successo a un pilota inglese che, secondo il suo rapporto rilasciato il giorno stesso alle autorità locali, sarebbe stato costretto ad effettuare un’azzardata manovra di emergenza per evitare un UFO. Il pilota avrebbe distinto, poco dopo la partenza dall’Aeroporto di Heathrow, dritto davanti alla propria postazione un oggetto ovale lucente argenteo in rotta di collisione con il suo Airbus e sarebbe stato costretto quindi a evitarlo tempestivamente considerando soprattutto il fatto che l’oggetto andava a una “velocità supersonica”. Il tutto ha, oltre che una data, anche un orario: 13 Luglio 2013 alle 18:35. Un rapporto preciso quindi considerando che, a differenza dei molti rapporti di avvistamenti che arrivano al National Archives di Londra, questo era molto dettagliato. Lo ha affermato David Clarke, consulente per gli UFO dell’archivio inglese, aggiungendo fra l’altro che un rapporto così tempestivo da parte di un pilota di aerei di linea è molto raro e, di conseguenza, sarebbe possibile solo se davvero qualcosa di strano è successo in quella anomala serata estiva. Nonostante queste premesse le indagini non hanno confermato ancora nulla. Per ora confermata è solo, oltre all’attendibilità del rapporto del pilota (un ufficiale di volo dall’esperienza pluriennale), la mancata segnalazione della presenza di un velivolo nei pressi dell’aereo sia secondo i radar militari sia secondo l’Airprox Board (l’ente che indaga sugli incidenti aerei inglesi).

Verificare l’attendibilità della vicenda sarà però difficile: l’ufficio gestito da Clarke ha infatti chiuso nel 2009. Motivo? Il calo degli avvistamenti.


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit