Text Size
Domenica, Gennaio 21, 2018
Le Prove Il caso dell'Ufo meglio documentato in modo ufficiale. L'avvistamento di Teheran

Secondo la scienza si può trovare vita extraterrestre tramite lo scambio di "bit"

Che cosa s'intende realmente quando si parla di “vita nell'universo”? E quale probabilità abbiamo di scoprirne nuove forme? Sono questi gli interrogativi alla base di un articolo apparso sulla rivis...

L'European Space Policy Institute inizia le indagini sugli Ufo

L'European Space Policy Institute, con sede a Vienna, nacque nel novembre del 2003 a seguito di una decisione del Consiglio direttivo dell'Esa (Agenzia spaziale europea). A questo gruppo di scienzi...

L'Ufo coinvolto nell'incidente aereo a Islamabad

Le indagini iniziali nel disastro aereo che ha ucciso 127 persone a Islamabad iquesto Venerdì hanno portato allo scoperto che i serbatoi di carburante del Boeing 737 erano esplosi a mezz'aria. Ma se...

Secondo le informazioni riservate raccolte da Luca Scantamburlo, l'uomo è già stato su Marte

Secondo alcune informazioni riservate raccolte da Luca Scantamburlo – scrittore e ricercatore freelance, la NASA nel 1970 avrebbe organizzato ben due missioni segrete su Marte in collaborazione con...

La misteriosa creatura catturata in Namibia

Gli abitanti del posto si sono imbattuti in questa strana creatura mentre stavano effettuando una battuta di caccia in Namibia. Secondo il testimone la creatura è stata avvistata mentre era alla ri...

I raggi cosmici da sorgenti galattiche, la galassia nana più distante mai analizzata e la nube a 8 mila anni luce da noi scoperta da Hubble

La maggior parte dei raggi cosmici che rileviamo da Terra sono stati prodotti in epoche relativamente recenti all’interno di ammassi di stelle vicini a noi. Questo è ciò che affermano i risultati ...

  • Secondo la scienza si può trovare vita extraterrestre tramite lo scambio di "bit"


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'European Space Policy Institute inizia le indagini sugli Ufo


    Publish In: Le Prove
  • L'Ufo coinvolto nell'incidente aereo a Islamabad


    Publish In: Le Prove
  • Secondo le informazioni riservate raccolte da Luca Scantamburlo, l'uomo è già stato su Marte


    Publish In: Uomini e Misteri
  • La misteriosa creatura catturata in Namibia


    Publish In: Uomini e Misteri
  • I raggi cosmici da sorgenti galattiche, la galassia nana più distante mai analizzata e la nube a 8 mila anni luce da noi scoperta da Hubble


    Publish In: News Astronomia

Il caso dell'Ufo meglio documentato in modo ufficiale. L'avvistamento di Teheran

L'avvistamento di Teheran rappresenta un caso di avvistamento radar e visivo di oggetto volante non identificato su Tehran, capitale dell'Iran, nelle prime ore della mattinata del 19 settembre 1976.


Il caso è noto per l'interferenza magnetica registrata da alcuni velivoli nell'approssimarsi all'oggetto non identificato: 2 F-4 Phantom II persero temporaneamente l'uso della strumentazione di bordo e delle comunicazioni nell'avvicinamento. Uno dei due velivoli constatò inoltre l'impossibilità di utilizzare il sistema degli armamenti al momento di fare fuoco.


Alle ore 0,30 del 19 settembre 1976 la base aerea di Mehrebad riceve da un controllore di volo, Perouzi, la segnalazione della presenza di una luce brillante in cielo. Il generale Yousefi, comandante della base, ordina un controllo radar, che dà esito negativo. Il generale comunque decide di inviare in ricognizione un caccia, pilotato dal capitano Azizkhani; durante il volo, il caccia ha un black-out nelle comunicazioni radio e rientra alla base.

Viene pertanto fatto decollare un secondo caccia, pilotato dal tenente Jafari. Il pilota avvista l'oggetto, che ha una luce brillante variabile tra il rosso, il giallo e l'arancione. In seguito al movimento dell'oggetto, il pilota si sente minacciato e tenta di lanciare un missile, ma il sistema di lancio non funziona. L'aereo fa allora una manovra evasiva e rientra alla base. Durante il rientro, Jafari vede un altro oggetto luminoso attraversare il cielo. Il giorno seguente, un elicottero perlustra la zona per rilevare eventuali tracce di atterraggio, ma non viene trovato nulla.

Sull'accaduto vi fu un'inchiesta condotta dal generale Azarbarzin, che interrogò i testimoni dell'avvistamento.

L'evento è stato illustrato in un documento di 4 pagine della Agenzia di intelligence della difesa (DIA) destinato alla Casa Bianca, al Segretario di Stato, al capo dello staff, all'Agenzia di Sicurezza Nazionale (NSA) e alla CIA (Central Intelligence Agency). La conclusione della DIA fu che "questo è un classico caso che incontra i requisiti necessari per legittimare uno studio sul fenomeno UFO", come riportato dal tenente Jafari (poi divenuto generale).

Rimane uno degli incontri militari meglio documentati della storia su fenomeni ufologici: ufficiali militari iraniani coinvolti nell'avvistamento, tra cui il generale Jafari, hanno dichiarato di essere convinti che l'oggetto non potesse essere di origine terrestre. Anche militari statunitensi, come il maggiore George Filer III, hanno testimoniato sull'evento. Di seguito i documenti militari ufficiali sull'avvenimento

L'intervista del generale Jafari



blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit