Text Size
Venerdì, Agosto 07, 2020
Le Prove Il misterioso ritrovamento dello Starchild

Casa Matusita, la casa degli orrori più infestata del mondo

A Lima, in Perù, all’incrocio tra Avenida Wilson e Avenida Espana, un tempo sorgeva un carcere, conosciuto come Panopticon, proprio come quello di cui parlava Jeremy Bentham, poi ripreso, tra gli ...

Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi

Di organismi dotati di bioluminescenza ce ne sono molti sul nostro pianeta, basti pensare alle lucciole. La bioluminescenza è un fenomeno attraverso il quale alcuni esseri viventi sono in grado di e...

Un altro passo verso l'immortalità. Topi di laboratorio ringiovaniti artificialmente

Il tempo è tornato indietro, per un gruppo di topolini del Salk Insitute in California. Dopo essere diventati anziani, gli scienziati sono riusciti a farli ringiovanire. L’estensione della loro v...

L'ufo che viene filmato mentre distrugge una meteora in Giappone

In questo interessante filmato viene mostrato una meteora che stava per cadere in Giappone che viene eliminata da un oggetto sconosciuto. E' possibile a questo punto che i nostri amici extraterrestr...

Lo strano caso degli Ufo delle Berwyn Mountains

Ogni volta che Huw Lloyd passeggia sulle colline che circondano la sua casa colonica situata nel nord del Galles i pensieri lo riconducono inevitabilmente ad una notte di 40 anni fa e ad un mistero ...

L'evoluzione dei telescopi, dal cannocchiale allo Spitzer

Lo strumento usato da Galileo per osservare il cielo era un oggetto semplice. Si trattava di un telescopio rifrattore che aveva due lenti ai due estremi di due tubi, di cui uno entrava nell'altro. ...

  • Casa Matusita, la casa degli orrori più infestata del mondo


    Publish In: Uomini e Misteri
  • Bioluminescenza: come la scienza rende brillanti gli esseri viventi


    Publish In: Scienza e Futuro
  • Un altro passo verso l'immortalità. Topi di laboratorio ringiovaniti artificialmente


    Publish In: Scienza e Futuro
  • L'ufo che viene filmato mentre distrugge una meteora in Giappone


    Publish In: Le Prove
  • Lo strano caso degli Ufo delle Berwyn Mountains


    Publish In: Le Prove
  • L'evoluzione dei telescopi, dal cannocchiale allo Spitzer


    Publish In: Tecnologia Spaziale

Il misterioso ritrovamento dello Starchild

Nel 1930 uno strano ritrovamento archeologico sconvolse l'opinione scientifica. Era il teschio misterioso detto Starchild ovvero il ragazzino delle stelle

Test scientifici hanno mostrato che il teschio è di un bambino maschio che morì circa 900 anni fa. Il test del DNA non ha potuto dimostrare che entrambi i genitori fossero umani, ma solo la madre.

Il teschio di Starchild venne in possesso di Ray e Melanie Young di El Paso (Texas), che lo affidarono allo scienziato e scrittore Lloyd Pye. Secondo Pye, il teschio venne trovato intorno al 1930 in una miniera a circa 160 km a sud-ovest di Chihuahua (Messico) da un'adolescente di circa 13-15 anni; il teschio era sepolto accanto a un normale scheletro umano che si trovava coricato di schiena, supino, all'interno di un tunnel, e appartenente ad una donna amerinda. Metà del teschio era deforme, aveva le cavità degli occhi troppo poco profonde. La testa (datata intorno al X secolo) era grande un quarto del corpo, le mani molto grandi e palmate, i piedi erano quasi invisibili come la bocca.

Il deforme teschio di Starchild presenta molte anomalie:

  • l'area parietale sporge da entrambi i lati delle orbite senza alcuna traccia di tempie normali;
  • le cavità oculari sono troppo poco profonde rispetto alla norma;
  • le orbite sono ovali e i canali del nervo ottico sono deviati in basso ed in dentro in modo da rendere molto inverosimile la mobilità del normale bulbo oculare;
  • in base alle analisi effettuate sulla mascella da un dentista, si è determinato che il teschio fosse appartenuto a un bambino di 4,5-5 anni; tuttavia il volume cerebrale ammonta a 1600 cm³, ovvero a 200 cm³ in più rispetto alla media di un cervello adulto e 400 cm³ in più di un adulto con un cranio della stessa grandezza;
  • l’attaccatura del collo è in posizioni assolutamente anomale per essere appartenuto ad un bambino umano;
  • non è presente alcun incavo al di sopra del naso (la superficie è regolare dalle arcate sopraccigliari fino all'inizio del setto nasale);
  • nel teschio ci sono fibre e residui ignoti.

Alcuni però pensano che lo Starchild possa essere un alieno ed un uomo allo stesso tempo, infatti viene chiamato "Bambino delle Stelle". Esso fa parte ancora dela cerchia dei misteri irrisolti; c'è chi sostiene che sia un falso, altri invece che ritengono che sia vero, ovvero un autentico alieno. Ciò che sostengono Ray e Melanie Young, ovvero i proprietari del teschio, nonchè fondatori nel 1999 un'associazione non a scopo di lucro: The Starchild Project. Per altri ancora lo Starchild sarebbe invece un ibrido tra un essere umano e un extraterrestre (come sostiene lo studioso Lloyd Pye, secondo il quale però tale ibrido non è il frutto di un rapporto sessuale bensì di un esperimento fatto in laboratorio dagli extraterrestri su donne addotte allo scopo di creare esseri adatti alla colonizzazione di altri pianeti).

Prove a sotegno dell'autenticità del teschio sono state emanate dallo scienziato Lloyd Pye, confermando le anomialie del teschio ritrovato e confermando che si tratta "di un ritrovamento mai avvenuto sulla Terra". Il teschio è stato sottoposto alla datazione con il carbonio-14 (che ne ha indicato l'età in 900 anni), analisi a raggi X, scannerizzazioni al microscopio atomico e TAC; l’analisi effettuata dichiara che non ci sono segni di manomissione o di artificialità: le ossa sono ossa reali e non un agglomerato di calcio solidificato in uno stampo.

Video realizzato dalla trasmissione Misteri

video 1

 

video 2

 

 


blog comments powered by Disqus

Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit