Text Size
Lunedì, Settembre 23, 2019
Film Streaming Anonymous

La nanotecnologia di 300.000 anni fa

Oggetti inusuali, per lo più a forma di spirale, trovati negli anni 1991-1993 sul piccolo fiume Narada, sul versante est dei monti Urali (Russia). Le loro dimensioni variano da un massimo di 3 cm (1...

La prova dell'esistenza di antichi esseri sulla Terra più evoluti, almeno tecnologicamente, di noi. Il codice Igazszolás

Negli ultimi 40 anni, grazie a diversi autori e ricercatori, abbiamo visto che nelle tradizioni e nei testi scritti di tante civiltà sparse sul pianeta esiste traccia di esseri almeno tecnologica...

Come e quando usare armi nucleari per distruggere gli asteroidi,la causa dell punto più caldo di Giove e la forte turbolenza creatasi tra due stelle binarie

Anche se il nemico sembra invincibile, ha pur sempre un punto debole. Quando te lo mostrerà, muovi all’attacco. Così Sun Tzu nell’Arte della Guerra. Probabilmente l’antico stratega non pensava a un...

L'enigmatico documento della CIA che dichiara che Marte è stata abitato da un'antica razza di giganti

Il documento sensazionale della CIA (Central Intelligence Agency) che vi mostriamo, è stato pubblicato su sito web Disclose TV ed è la prova di come gli Stati Uniti attraverso la CIA stessa, hanno...

La foto dell'UFO scattata dal satellite Rosetta sulla cometa Comet 67P Churymov Gerasimenko

Il fenomeno Ufo ancora non cessa di stupire infatti l'ultimo più strano avvistamento è avvenuto sulla cometa che stava monitorando il satellite europeo ROSETTA chiamato Comet 67P Churymov Gerasimenk...

Dalla Siria fino all'Arabia Saudita, il mistero delle "ruote di pietra"

Vengono considerate dagli archeologi come la versione mediorientale delle Linee di Nazca, i famosi pittogrammi giganti tracciati sul suolo del deserto del Perù. Gli archeologi impegnati nello ...

  • La nanotecnologia di 300.000 anni fa


    Publish In: Oopart Archeomisteri
  • La prova dell'esistenza di antichi esseri sulla Terra più evoluti, almeno tecnologicamente, di noi. Il codice Igazszolás


    Publish In: Civiltà Misteriose
  • Come e quando usare armi nucleari per distruggere gli asteroidi,la causa dell punto più caldo di Giove e la forte turbolenza creatasi tra due stelle binarie


    Publish In: News Astronomia
  • L'enigmatico documento della CIA che dichiara che Marte è stata abitato da un'antica razza di giganti


    Publish In: Le Prove
  • La foto dell'UFO scattata dal satellite Rosetta sulla cometa Comet 67P Churymov Gerasimenko


    Publish In: Le Prove
  • Dalla Siria fino all'Arabia Saudita, il mistero delle "ruote di pietra"


    Publish In: Uomini e Misteri

Anonymous

Anonymous

Anonymous film streaming megavideo pone una domanda: Shakespeare era veramente quello che crediamo? Se lo chiede un anziano su un palco teatrale e così facendo introduce l’inizio di una storia in costume che mette in scena una delle molte tesi sull’identità di questo autore.
Nell’Inghilterra cinquecentesca di Elisabetta I è disdicevole scrivere per il teatro se si è il duca di Oxford, così Edward De Vere paga un attore per assumere lo pseudonimo da lui inventato di Shakespeare e mettere in scena le sue opere spacciandole per proprie, così che possano finalmente essere rappresentate. Il successo è clamoroso, ma nell’ombra qualcuno trama ed è pronto a svelare il misterioso legame che lega il Duca alla regina.
La storia della vera paternità delle opere di Shakespeare è tra le meno note, invece quella di Anonymous è tra le più risapute, quella cioè di un film parabiografico e fantastorico, che ricostruisce un periodo con accuratezza per poter mentire sugli eventi che vi capitarono e le figure che lo abitarono, tagliando la storia di Shakespeare per ritrarla come un dramma shakespeariano.
Ci sono registi che sanno pensare solo in grande, a prescindere da quel che girano, Roland Emmerich è uno di questi. Con Anonymous passa dall’impatto di catastrofi giganti sulle vite di piccoli uomini, all’impatto di figure storiche giganti sulla storia della letteratura. La regina d’Inghilterra, il (forse) vero Shakespeare, l’attore che gli ha prestato le fattezze come le conosciamo oggi e infine William Cecil, potentissimo consigliere di corte, sono i personaggi titanici di un film che mantiene la volontà di Emmerich di affrontare un tema ai massimi livelli.
Certo il regista di Independence day e 2012 non si trova a suo agio con i dialoghi tanto quanto sembra esserlo tra i palazzi che crollano, così ogni tanto qualche ampia visuale a volo d’uccello e qualche corsa a cavallo, hanno il sapore liberatorio dell’ora d’aria di un carcerato.
Tra le mura dei palazzi reali come tra quelle del Globe Theatre, Emmerich sembra sempre rincorrere qualcosa che non trova. Non è il mistero dell’identità di Shakespeare (del quale sembra importare molto poco a questo film fatto solo di certezze) quanto la voglia insopprimibile di definire e mostrare al pubblico ancora una volta il non mostrabile, un personaggio tra i più venerati della storia anglo sassone, l’autore che è la matrice di tutte le dinamiche cardinali del cinema blockbuster hollywoodiano e una delle penne più influenti della narrazione contemporanea mainstream.
Anonymous guarda a Shakespeare come si guarda Godzilla, cercando di farlo entrare tutto in un quadro per coglierne la portata ma non riesce mai a definirne la sua grandezza come vorrebbe. A questo non giova la natura di biopic del film (sebbene molto sui generis), il ritratto è infatti pieno di luci (autentiche) ed ombre (che si rivelano luci mascherate prima che si possa avere un dubbio sul soggetto della storia), ma mai di un’autentico squarcio di grandezza umana o professionale.
Non fosse per la sequenza della folla infervorata dalla rappresentazione del Riccardo III, si direbbe che il film non ha nemmeno amore per le opere shakespeariane.

Streaming:
VideoWeed
PutLocker
VideoBB
VideoZer

Download:
FileServe
FileSonic
Bitshare
Uploadstation
Wupload


Secondo te prima della nostra c'è stata un altra civiltà?

Wikipedia Affiliate Button
jeux gratuit